Lisistrata e le altre – evento

(3 recensioni dei clienti)

600,00

Descrizione

Lisistrata e le altre e un percorso in cinque tappe sulle donne, con le donne, per le donne di ieri, di oggi e di domani in cui s’incontrano le poesie e le canzoni di Gianluca Lalli con alcune considerazioni e riflessioni a voce alta di Paola Petrucci che contestualizza le tematiche anche con riferimenti normativi.

Si parla di:

  • Prostituzione, prostituzione minorile
  • Sensualità stereotipata dei media e della modernità
  • Maternità, parto, aborto
  • Matrimonio riparatore e delitto d’onore
  • Vedove bianche

Testi e musiche di Gianluca Lalli, scrittore, poeta e cantautore

Interventi di Paola Petrucci, esperta in tematiche di genere, Consigliera di Parità

Con la partecipazione speciale di Stefano Sanguigni, chitarrista internazionale

Qui scaricabili il progetto completo e la brochure

 

 

 

 

 

 

 

 

 

3 recensioni per Lisistrata e le altre – evento

  1. Eugenio Ravo

    “Lisistrata e le altre” è uno spettacolo commovente, un concerto teatrale, che ti pone quesiti, riflessioni, nella relazione tra l’uomo e la donna, tra te e lei a casa propria, nel sociale che discrimina, che rende fragile l’uno davanti all’altro. Ѐ un grido contro la violenza sulle donne, contro gli stereotipi che considerano ancora oggi la donna un oggetto d’uso. La voce di Gianluca graffia con delicatezza, le sue note ci accompagnano dentro di noi per cercare il coraggio di combattere l’indifferenza che si siede ad ogni tavolo.
    Volta per volta Paola introduce i brani formulando un album di 5 contesti ricorrenti, suggerisce contesti ben precisi di come e dove l’essere donna è calpestata. Il suo sguardo accomuna noi spettatori per richiamarci al senso di responsabilità che ognuno ha nel suo quotidiano, per non lasciar entrare le coscienze nell’oblio, di non girare lo sguardo altrove.

    • Paola Petrucci

      Grazie infinite, queste parole di un “addetto ai lavori” mi lusingano

  2. Maria Angela Pespani

    Come donna mi sono sentita toccata, carezzata, sostenuta, consolata, abbracciata da questo tempo passato con Paola e Gianluca. Un connubio perfetto di parole e musica che apre riflessioni su una realtà che sembra non riuscire a cambiare. Ma Paola e Gianluca ci offrono una chiave per cambiare qualcosa dentro di noi! Mi sono commossa, e credo che l’unica via sia questa, farsi davvero toccare e continuare a confrontarci su un tema ancora così scottante. Grazie!!

    • Paola Petrucci

      Grazie, è esattamente questo l’effetto che volevamo

  3. Angela Ciaccafava

    Avevo conosciuto Gianluca Lalli in occasione di uno spettacolo musicale, dove era accompagnato dal bravissimo musicista Stefano Sanguigni. A fine spettacolo, Gianluca Lalli aveva elencato gli appuntamenti che avrebbero fatto seguito a quella serata e sono rimasta piacevolmente colpita dalla presentazione di “Lisistrata e le altre”. Così, a fine spettacolo, sono andata a chiedergli qualche notizia in più e, in qualità di Assessora comunale, con delega alle Pari Opportunità, di concerto con l’Assessore alla Cultura, si è deciso di programmare questo evento presso il Teatro Alfieri di Montemarciano (An) il 9 marzo 2019, in occasione della Giornata Internazionale della Donna.
    Lo spettacolo è stato esattamente come lo immaginavo: intenso, profondo, assolutamente attinente al tema della discriminazione, toccando passato e presente in un perfetto equilibrio tra musica, poesia e proposte di riflessione. Il tempo è volato, arricchendo il pubblico in maniera decisa e delicata al contempo. E’ vero che non è uno spettacolo che offre spensieratezza; tutt’altro. Ma dovremmo imparare a considerare la Cultura quale strumento efficace per alimentare la formazione del pensiero critico di ciascun individuo.
    Le tre figure, Gianluca Lalli in veste di poeta e cantante, Stefano Sanguigni con un accompagnamento alla chitarra che definirei superbo, e Paola Petrucci, esperta delle tematiche in questione, che cura ed espleta la parte narrativa dello spettacolo, interagiscono in maniera spontanea, completandosi a vicenda.
    Considero questo spettacolo un contributo di livello, perfetto per arricchire la pluralità dell’offerta di chi gestisce le programmazioni di eventi.

    • Paola Petrucci

      Grazie infinite

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *